La tradizione vinicola del territorio di Breganze e dei Colli Berici è da sempre particolarmente attenta ai vitigni autoctoni e locali, primo fra tutti il Vespaiolo. Questa rinomata zona di produzione è stata riconosciuta con l'appellazione Doc nel 1969, comprendendo alcuni comuni in provincia di Vicenza, delimitati dai fiumi Astico e Brenta, dove il territorio tra colline e pianure hanno permesso lo sviluppo di uve di qualità.

All'interno della zona di Breganze, è stata delineata la qualificazione “riserva” utilizzata per identificare i vini Rosso, Cabernet, Cabernet Sauvignon, Pinot Nero, Marzemimo e Torcolato, i quali vengono sottoposti ad un lungo periodo di invecchiamento, e considerati tra i migliori vini della zona.