Il locale di San Vito lo Capo presenta interessanti e particolari novità.

La Sicilia con il Cous Cous Fest ha richiamato l'attenzione di molti grandi chef italiani e non, nella tipica e tradizionale ricetta siciliana, al contempo simbolo della commistione di diverse culture.

Il centro di San Vito lo Capo si attrezza con le cosiddette case del cous cous, spazi interamente dedicati alle diverse origini della ricetta tradizionale. Un viaggio alla riscoperta dei sapori dal Senegal al Marocco, dalla Tunisia alla ricetta siciliana, dalla Costa d'Avorio al Brasile, un alternarsi di spezie e profumi che richiamano il sapore mediterraneo.

La dolcezza del dattero abbinato alla carne, oppure l'aggiunta di piccante grazie allo zenzero in ricette vegane.

Tante rivisitazioni e ricette del cous cous come il Cous Cous Black Ink: la cupola di semola di frumento, condita con piccoli cubetti di tenerissima seppia e il suo nero condita con crema di ricci crudi, dall'intenso ed inconfondibile sapore di mare, accompagnato da una crema al pistacchio e basilico. Al palato, un tuffo nel mare blu siciliano, ma con un ritorno ai sapori della terra.

La fortuna della Sicilia sta nell'altissima qualità delle materie prime che ogni giorno vengono esaltate dai più grandi chef, senza necessità di rivoluzionare l'ingrediente, mantenendolo nella sua integrità semplice ed efficace.