L'incertezza del Vino Biologico

  •  Cultura Enogastronomica 
  •  L'incertezza del Vino Biologico 
  • L'incertezza Del Vino Biologico

    Il mercato del vino biologico è un mercato di nicchia, ma che presenta grandi e veloci potenzialità di crescita. Generalmente, si sta cercando di promuovere il vino biologico tramite un'azione migliore di marketing, investimenti in vigna, cantina e attraverso il know-how, ovvero la capacità di esprimere il significato e gli obiettivi dell'azienda. Sempre più sono le aziende vinicole che cercano di lavorare nel rispetto della natura, presentando attraverso i propri vini la loro storia, tradizione e filosofia produttiva.

    Il vino biologico identifica un modello di produzione basato su un concetto di sviluppo sostenibile, sui principi di salvaguardia dell'ambiente e della valorizzazione delle risorse. Nello specifico, si va ad indicare un metodo di coltivazione che porta alla programmazione le attività di gestione del vigneto, raccolta dell'uva e vinificazione, credendo nell'effettiva potenzialità della vigna senza l'utilizzo di composizioni chimiche e antiparassitari sistemici. Lo scopo delle aziende che producono biologico è quello di rafforzare il rapporto terreno-pianta-clima, garantendo un equilibrio tra i tre elementi, attraverso una produzione sana ed equilibrata. Proprio per questo motivo, molti consumatori non sono ancora a conoscenza di questi concetti e di cosa effettivamente significa vino biologico. È molto importante quindi, trasmettere il messaggio di cosa realmente è un vino biologico, ovvero sinonimo di qualità, genuinità e tutela della salute del consumatore e dell'agricoltore, rispettando la salvaguardia dell'ambiente. Il bio oggi va molto di moda, sia per quanto riguarda il cibo sia per il vino, ma al di là della moda vi è un stretto concetto anche morale.

    Molte aziende italiane credono nei prodotti bio, specialmente per ciò che riguarda il vino; ovviamente però, nella massa, è opportuno distinguere quelle aziende che lo prediligono credendoci e facendone uno stile di vita, e chi invece lo utilizza solamente per fare business.

    I consumatori italiani, forse per la molteplicità di prodotti non veramente biologici, non si fidano e preferiscono scegliere un vino non appartenente alla sfera di vini biologici, biodinamici e naturali.

     

    Proprio per questo motivo, la maggior parte del prodotto biologico italiano non si ferma in Italia, dove c'è poca cultura in merito, ma viene esportato in Inghilterra, Nord Europa, Giappone e Usa. IL sano e bello made in Italy è ancora una volta più apprezzato all'estero.